rock is dead! (grazie mtv)

Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

st1:*{behavior:url(#ieooui) }

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;
mso-ansi-language:#0400;
mso-fareast-language:#0400;
mso-bidi-language:#0400;}

Stamattina accendo la TV e MTV mi propina l’ennesima band di 17enni, tutti bellinni ed energetici con il loro pseudo rock…….mi rendo conto  che la frase ROCK is DEAD! Qui potrebbe essere usata in maniera sacrosanta e che i ragazzini di oggi rischiano di essere imbottiti di cosi tanta merda musicale da rovinarsi i gusti a vita.

Arriva un produttore, prende 4 ragazzetti bellocci, gli scrive e arrangia (e glielo fa suonare pure) un pezzo, video e apparizione su MTV, il gioco è fatto! Al pomeriggio un migliaio di ragazzine vestite come Siouxie (ma senza sapere chi sia codesta Regina) andranno a spendersi parte della paghetta per comprarsi il CD dei nuovi teen-rockers….Business, business ovviamente…

MTV è una discarica che funziona al contrario, espelle immondizia 24h su 24h

 

 

A 17anni, dopo esser cresciuto a Metallica, Led Zepelin, Black Sabbath e G n’R, vengo illuminato dai Nirvana e dai Pearl Jam e così metto su una band che partita rock-grunge poi diventò sempre più punk riilluminata dai Social Distorsion. music

Era il 1993 e ascoltare  musica  rock, indie come la volete chiamare non era facile come oggi. Non c’era e-mule, my space e neanche Internet!

Dovevi avere (come avevo io) uno Zio illuminato che ti passava Jane’s addiction, Killing Joke, Helemt e Joy Division o dovevi comprare riviste (cartacee avete presente, quelle cose fatte di carta con le lettere  stampate..) come Rockerilla o Rumore, leggerti le recensioni e magari sceglierti il giornalista con i gusti più affini ai tuoi in modo da poter comprare un CD a 30mila lire a colpo quasi sicuro.

 

Andavi nel negozio di fiducia (ricordo la Boutique della Musica) e dopo tanti ascolti decidere come investire quel piccolo capitale. Felice e contento tornavi a casa, odoravi il booklet leggendoti i Thank to o le collaborazioni e ti ascoltavi quel cd a ripetizione contemporaneamente alle classiche copie su musicassetta che facevi agli amici più vicini.

 

Una band che già veniva recensita da Rumore o Rockerilla era già comunque di un certo spessore, se poi il voto superava il 7 o addirittura era disco del mese non potevi perdertelo.

Tutte queste band erano comunque formate da gente di almeno 26anni, ricordo recensioni dei Soundgarden, Kyuss, Jane’s Addiction….

Ovviamente qui non c’era MTV ma solo Videomusic.

 

OGGI: ieri e oggi

 

Tornando alla band, quando suonavi i locali appena sentivano una chitarra distorta ti guardavano male,  incidere 4 pezzi era un’impresa costosissima e arrivare ad avere una DEMO-TAPE era già qualcosa.

Oggi anche l’ultimo gruppetto cittadino del cazzo ha il suo my_space con magari le copertine di 4minchiate registrate…..

Sono forse vecchio ma  il fascino di girare con una panda di notte in città con un barattolo di colla e centinaia di locandine  fotocopiate  da appendere per un concertino dove alla fine veniva sempre la stessa poca gente è un ricordo che nessuno mai poterà cancellare…..ti fermavi sceglievi il muro migliore, pennello, colla e via, sperando che qualcuno che ascoltasse la tua musica si presentasse al concerto.

 

Oggi crei l’”EVENTO facebook o my_space e sembra che suoneranno i Rolling Stones…..

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...