S.Latouche sulla pubblicità

riporto alcuni passaggi tratti da LIMITE di Serge Latouche, lettura vivamente consigliata per cercare di capire di che morte morire.  Nel 5° capitolo affronta la “pubblicità”.

“Il fenomeno consumistico si spiega con la colonizzazione dell’immaginario delle masse. Si tratta in particolare, grazie alla pubblicità, di convincere continuamente le persone a spendere non solo il denaro che hanno, ma soprattutto quello che NON hanno per comprare cose di cui non hanno bisogno.”

“…la pubblicità ha lo scopo di presentare i prodotti dell’industria come dei mezzi per acquisire oggetti del desiderio, mentre nei migliori dei casi si tratta soltanto di sostituti. [] Non è possibile accumulare, senza arrivare a saturazione, automobili su automobili, frigoriferi o lavatrici. Per mantenere viva la domanda, è assolutamente necessario che questi oggetti deperiscano il più rapidamente possibile, e di conseguenza l’obsolescenza programmata  è un elemento indispensabile dell’illimitatezza produttivistica, con i suoi corollari del credito e del sovraindebitamento.”

dichiarazione di Patrick Le Lay, capo dell’emittente francese TF1: “fondamentalmente il mestiere di TF1 è, per esempio, aiutare la Coca Cola a vendere il suo prodotto. E se si vuole che un messaggio pubblicitario colpisca nel segno, bisogna che il cervello del telespettatore sia disponibile:cioè divertirlo, distenderlo, per prepararlo tra un messaggio e l’altro. Quello che vendiamo alla Coca Cola è tempo di cervello umano disponibile”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...